Aerei

Nei cieli della brughiera

Sul Circuito Internazionale di Brescia Montichiari non corsero solamente le automobili e le motociclette, ma anche gli aerei ebbero un ruolo importantissimo. I primi temerari aviatori solcarono il cielo della brughiera di Montichiari già nel 1909. Il 9 settembre di quell’anno si tenne proprio lì il Primo Circuito Aereo Internazionale. Dettero così vita a competizioni uniche in cui, sullo stesso circuito gareggiavano automobili, motociclette ed aerei, creando un automotoaereodromo. Tutti i più famosi aviatori dell’epoca volarono gareggiando sul Circuito di Brescia Montichiari, nomi che hanno fatto la storia del volo a motore, come Glen Curtis, Louis Bleriot, Alfred Leblanc, Henri Rougier, Alessandro Anzani, Mario Calderara e Mario Cobianchi.

Il primo

Circuito Aereo Internazionale

Su quello che era ormai diventato un vero e proprio Circuito automobilistico nella brughiera di Montichiari, il 9 settembre 1909 si tenne il primo circuito aereo internazionale. Parteciparono 14 piloti di Italia, Francia e Usa, alla presenza del re. Gabriele D’Annunzio volò sull’aereo del pioniere americano Glenn Curtiss.

Tra i cronisti arrivò da Praga lo sconosciuto Franz Kafka. Tra i finanziatori della manifestazione c’era Luigi Albertini, direttore del Corriere della Sera. A Montichiari era presente anche Giacomo Puccini, grande appassionato.

I più

importanti aviatori

Tutti i più importanti aviatori dell’epoca si sfidarono nei cieli della brughiera, tra essi ricordiamo Glenn Curtiss, Alessandro Anzani, Louis Bleriot, Henry Rougier, Mario Faccioli, Mario Cobianchi e il tenente Mario Calderara che nel 1923 sarà il fondatore dell’aeronautica militare italiana. Nell’edizione del 1921, oltre al Primo Gran Premio d’Italia e al Gran Premio del Moto Club d’Italia si tenne anche quello aviatorio, dando vita così ad un vero e proprio automotoaerodromo.

I motori dominano la scena mondiale e anche l’Italia e per prima Brescia, non vuole rimanere indifferente e decide di consacrare la sua brughiera e la sua gente a quella che sarà la nascita dell’aviazione italiana. Brescia lo fa in nome di quell lunga e gloriosa tradizione sportiva che l’ha resa famosa in campo automobilistico.

Per maggiori informazioni

I dati verranno trattati secondo quanto previsto dalla informativa sulla privacy


I nostri

Aerei